Tutorial – Fare una collana con le conchiglie


Nel periodo in cui siamo tornati dalle vacanze e non è ancora iniziata la scuola che potremmo inventarci? Qualche lavoretto con i souvenir delle vacanze, come per esempio fare una collana di conchiglie, proprio quelle trovate sulla spiaggia!

L’idea è nata proprio guardando quelle conchiglie già forate, magari pezzi levigati dall’acqua, che conserviamo in una scatola dimenticata sullo scaffale.

Materiali per la collana di conchiglie

  • Conchiglia forata
  • perline di legno
  • spago colorato
  • ago
  • forbici

Come fare?

Per prima cosa va tagliato un pezzo di spago o gomitolo. Nel nostro caso ho misurato la testa della mia bambina e ho aggiunto circo 20 cm, circa 70 cm in totale.

Prima prova lo schema finale posizionando la sequenza di perline e conchiglie che ti piace di più. Noi abbiamo scelto di riprendere il colore dello spago e della conchiglia, usando due perle di legno bianche e due arancioni con al centro una conchiglia forata.

Infilare le perline scelte seguendo la sequenza. La conchiglia va fermata al centro dello spago facendo un nodo, può essere necessario fare un secondo nodo sul primo in modo da fissarla bene. In questo modo rimarrà ferma al centro senza scorrere.

Poi per fermare anche le perline di legno va fatto un nodo in prossimità del foro di uscita dell’ultima (vedi foto). Per evitare che il nodo sia troppo distante quando lo fai infila un ago nel cerchio come nella foto, tirando il filo per chiudere il nodo tieni l’ago vicino alla perla. In questo modo il nodo si farà proprio vicino alla perlina, tenendola ferma. Fai la stessa cosa dall’altro lato della composizione.

Si può chiudere semplicemente con un nodo ma… voglio svelarvi un trucco per fare la collanina regolabile in lunghezza! Bisogna fare un nodo lungo lo spago, da una estremità prima e poi dall’altra. Questi nodi possono scorrere e quindi regolare la lunghezza della collana di conchiglie.

Ecco il risultato finale! Ne abbiamo fatte diverse, una per ogni amico che non vediamo l’ora di riabbracciare!

Ti è piaciuto questo tutorial? Puoi leggere anche di quando abbiamo fatto sorridere foglie e ghiande, quando con il feltro abbiamo ritagliato animali e alieni buffi e delle nostre fette di arancia essiccate in casa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *