Giocare con l’acqua, due idee per rinfrescare l’estate


E’ arrivata l’estate e la fine della scuola, nel nostro laboratorio vi presentiamo due giochi di inspirazione Montessori da fare con l’acqua e pochi semplici elementi. Abbiamo scelto giochi in cui l’acqua non vada sprecata, perché sappiamo quanto d’estate sia importante e preziosa!

La scatola sensoriale a tema marino

La scatola sensoriale consiste in un set di oggetti a tema che il bambino può manipolare ed esplorare liberamente. Ad esempio questa di Busy Toddler è un’attività semplice da riproporre. I materiali sono due scatole di plastica, acqua, animali marini di plastica e un mestolo forato. Una goccia di colorante alimentare può colorare l’acqua di blu per ricreare il mare. Aggiungiamo conchiglie, spugne e sassi a piacere! Altri oggetti che possono essere inseriti nel gioco sono: pinze per il ghiaccio, retino, cucchiaio. Per i momenti di caldo più afoso… anche i cubetti di giaccio saranno uno stimolo divertente!

Questo gioco sviluppa le abilità motorie e la concentrazione dei bambini ed è adatto all’estate.

Fonte: Busy toddler

Disegnare con l’acqua

La seconda idea per giocare con l’acqua è semplice quanto divertente! Basta una terrazza, un resede, uno spazio all’aperto dove scoprire che con l’acqua si può anche dipingere.

Una bacinella o un barattolo con un po’ d’acqua pulita, un pennello e le spugnette… ecco che si realizza la magia di scrivere sui muri senza danni e senza limiti! L’acqua con questo caldo evapora velocemente e questo ci permette di spiegare anche qualcosa a riguardo.

Vedi che l’acqua non c’è più? E’ andata nell’aria e non la vediamo, poi diventerà in cielo una nuvola e tornerà in terra come pioggia.

Fonte: Almost unschoolers

Giocare con l’acqua è un modo per rinfrescarsi e pasticciare nella stagione adatta. Finalmente si può schizzare senza pensieri, anche disegnare sui muri se fatto con una pistola ad acqua e molta fantasia. E se la riga non è proprio perfetta, basterà aspettare un attimo che il muro tornerà come prima.

giocare con l'acqua

E quando abbiamo finito di giocare… diamo l’acqua residua alle piante per evitare sprechi.

Salva

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *