Colorare le uova per Pasqua con ingredienti naturali


Vi piacerebbe colorare le uova per la tavola di Pasqua?

Oggi vi spieghiamo il procedimento per tingere le uova da poter mangiare sode con colori ottenuti dalla natura.

I colori naturali per le uova

Per ciascun ingrediente il procedimento è lo stesso. Mettere a bollire un pentolino d’acqua con un pizzico di sale e aggiungi un cucchiaio di aceto bianco che serve a fissare il colore sul guscio. Il colore finale dipende anche dal colore di partenza delle uova, più saranno vicine al bianco più il colore sarà fedele alla colorazione da ottenere. Le uova rosa/marroni invece che blu diventeranno verdi, non gialle ma arancioni, e così via.

Aggiungi a freddo l’ingrediente per il colore e quando l’acqua bolle anche le uova da cuocere e colorare. Lasciate cuocere le uova non più di 10-12 minuti, non più di 15 minuti o non saranno più  buone da mangiare. Dopo averle rese sode spegnere il fuoco e trasferire le uova un un altro contenitore (vasetto di vetro o plastica resistente al calore con i bordi alti) e versarvi il liquido dal pentolino e lasciare in ammollo per 3-4 ore. Dopo aver tolto le uova colorate naturalmente dal liquido asciugale con molta delicatezza. Per accentuare il colore passa sul guscio un batuffolo imbevuto d’olio d’oliva o di semi.

Un arcobaleno di colori naturali

Di seguito l’elenco della corrispondenza tra gli ingredienti e il colore che otterremo seguendo la ricetta. I colori ottenuti da questi cibi sono molto più delicati rispetto ai colori alimentari e alle colorazioni artificiali. Possono però insegnare ai bambini come si ottengono le tinte naturali e che in natura c’è già tutto quello che ci serve!

  • Cipolla rossa/barbabietola cotta: uova rosa-rosse
  • Buccia di cipolla bionda: uova arancioni
  • Zafferano (2 bustine) o cucurma:  uova gialle
  • Spinaci o bietola freschi o prezzemolo: uova verdi
  • Cavolo viola o mirtilli: uova blu
  • Caffé o cacao: uova marroni
  • Vino rosso, succo d’uva: uova viola

Vi siete divertiti a colorare le uova? Seguite il nostro Laboratorio di idee e la rubrica Buona Cucina per i racconti legati al buon cibo.

Salva

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *